EMAIL:

forumligure@ftsliguria.it

PATTO POVERTÀ EDUCATIVA “Mind The Gap”

Progetto finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (ex art. 72 Dlgs. n.117/2017)
di cui all’Avviso Pubblico “Povertà Educativa” Dgr. 894/2021 – Regione Liguria. 

MIND THE GAP – Associazioni liguri VS Povertà Educativa

Mind the Gap” è il progetto complessivo nell’ambito del quale 98 associazioni di volontariato, APS e Fondazioni di terzo settore della Liguria propongo 332 attività, organizzate in 76 proposte progettuali attive in tutto il territorio regionale.
Il progetto è innanzitutto un “Patto di Sussidiarietà” tramite il quale le associazioni operano in concerto con Regione Liguria su tre livelli: realizzando le loro attività, spesso in rete le une con le altre e sempre in partenariato con altri soggetti territoriali; potenziando le proprie competenze progettuali e le capacità di lettura dei bisogni dell’infanzia e dell’adolescenza sui propri territori; approfondendo la sfida della conoscenza, del riconoscimento e del contrasto alla Povertà Educativa.

La Povertà Educativa è il recente fenomeno riconosciuto e approfondito a livello nazionale, connesso anche con la povertà materiale (relativa e assoluta) ma non solo; in Liguria il 19% circa dei minorenni è in condizioni di povertà relativa, quasi la metà non ha l’abitudine a leggere libri, oltre il 35% non fa sport, oltre il 40% non ha visitato musei e/o mostre e oltre l’80% non ha partecipato ad un evento artistico o musicale nell’ultimo anno. Se a questo aggiungiamo la tendenza nazionale ormai quasi ventennale che vede la prevalenza di tempo libero passato a giocare, spesso da soli, in casa (con punte fino al 98% per le bambine) e consideriamo che tali dati sono stati rilevati prima della pandemia, si può affermare che la povertà educativa – almeno considerata nei suoi aspetti di carenza di occasioni di apprendimenti sociali, aggregativi, culturali al di fuori della scuola – è un’emergenza anche in Liguria. I suoi effetti, nella nostra Regione come a livello nazionale, si ripercuotono sui percorsi scolastici e sulle scelte di formazione professionale e accesso al lavoro; a loro volta essi ne sono influenzati, in una spirale di crescente disagio che deve essere spezzato.

Le Associazioni presenti sul territorio ligure sono quindi in campo per proporsi come uno degli elementi – che fra quelli possibili – si pongono l’obiettivo di contrastare la povertà educativa: con la loro presenza territoriale e le competenze di aggregazione sociale sui vari territori; con le proposte specifiche di promozione degli apprendimenti non formali (cioè al di fuori della scuola) oppure di sostegno alla scuola per i percorsi di apprendimenti formali e curriculari; con l’animazione del territorio, con la promozione della cultura e delle risorse naturali, urbanistiche, storiche. Anche, a seconda delle competenze, con specifici interventi di contrasto a disagi in atto a fianco dei servizi specializzati pubblici.

Le attività sono state progettate per raggiungere oltre 15.000 bambini e bambine, ragazzi e ragazze nel corso del 2022 e il progetto si propone, nel complesso, di elaborare alla fine “modelli di intervento” che possano essere realizzati dalle associazioni, “contro” la povertà educativa e che siano nel tempo riproponibili.

“Mind the Gap” è il motto nato in Inghilterra e noto nel mondo che ricorda di “stare attenti allo scalino” (nel caso originario dei mezzi pubblici). Questo ci ricorda che la povertà educativa è uno “scalino” da superare, uno “spazio vuoto” in cui si può cadere; un impedimento al percorso (di formazione e di educazione) o almeno un suo rallentamento. A questi ostacoli le associazioni decidono non solo di prestare attenzione (il verbo “to mind”) ma anche di “metterci la testa, il pensiero” (il sostantivo “mind”): in poche parole, le associazioni aguzzano la vista, focalizzano la loro attenzione sugli ostacoli in atto o potenziali per i processi di apprendimento, sociali o di altro tipo, e si organizzano per prestare attenzione a questi fenomeni e per mettere in campo le loro competenze per contrastarlo.

Capofila ATS

 

  • Numero di Associazioni firmatarie ATS: 98
  • Numero progetti: 76
  • Numero destinatari: 16.118
  • Numero volontari impegnati: 737
  • Numero Associazioni extra ATS coinvolte: 157
  • Numero scuole: 67
  • Numero distretti: 5
  • Numero istituzioni: 25
  • Numero enti profit: 12

IMPORTO TOTALE PROGETTO:
1.023.210,76 €

  • Finanziamento Ministero e Regione Liguria: 700.000,00 €
  • Cofinanziamento Associazioni: 323.210,76 €

 

Di seguito il dettaglio dei Progetti e l’elenco dei Referenti

Mind The Gap – Progetto Esecutivo

Mind The Gap – Griglia di Sintesi azioni

Mind The Gap – Riepilogo referenti

instagram Mind the gap

© 2022 Forum Ligure del Terzo Settore | Vico Falamonica 1/8, 16123 Genova | C.F. 95067840108